Svizzera: ministro Esteri, situazione difficile ma non e' fine del mondo
Svizzera: ministro Esteri, situazione difficile ma non e' fine del mondo
passate in rassegna le relazioni con l'Ue dopo referendum su immigrati

Berna, 11 feb. (Adnkronos/Ats) - "Non la fine del mondo, anche se la situazione oggettivamente difficile". Cos si espresso oggi il presidente svizzero e ministro degli Esteri, Didier Burkhalter, al termine di un incontro con la commissione di politica estera del Consiglio Nazionale, la camera bassa del parlamento elvetico, durante il quale si parlato delle conseguenze della vittoria del "s" al referendum che impone un tetto all'immigrazione.

L'incontro servito a passare in rassegna le nostre relazioni con l'Unione europea e discutere delle possibili conseguenze del voto sulla base di alcuni scenari futuri, ha spiegato Burkhalter. Frattanto, ha sottolineato, sono in corso contatti informali a livello diplomatico per spiegare l'esito della consultazione ai nostri partner europei (lo stesso Burkhalter voler a Berlino nei prossimi giorni n.d.r). Tali contatti ci consentiranno di definire meglio se esistono margini di manovra per negoziati futuri, ha affermato il ministro, e quindi di affinare meglio la nostra strategia.(segue)

(Red/Zn/Adnkronos)