Camera: Di Battista in ufficio presidenza, a Speranza ho impedito di mentire
Camera: Di Battista in ufficio presidenza, a Speranza ho impedito di mentire

Roma, 11 feb. (Adnkronos) - "Non ho mai impedito allo statista Speranza di parlare. Nel caso specifico, ho impedito" al capogruppo del Pd "di mentire. Ma dato che quando Speranza parla mente, per non mentire ha deciso di non parlare". Questa la 'difesa' che Alessandro Di Battista, deputato M5S e volto noto del Movimento, ha offerto all'ufficio di presidenza di Montecitorio, che oggi l'ha audito, insieme ad altri 22 parlamentari, per i disordini del 29 gennaio scorso.

Di Battista, nello specifico, stato convocato per lo scontro nella sala stampa di Montecitorio con il capogruppo Pd, Roberto Speranza. "E' stato lui - dice Di Battista a margine del colloquio di cui racconta alcuni passaggi - a scegliere di uscire dalla sala stampa quando io gli ho detto che, se avesse mentito, allora lo avrei sbugiardato. In ufficio di presidenza mi hanno chiesto se, a mio avviso, non avessi esercitato pressione con il mio comportamento. Ho risposto che mio compito fare pressioni di fronte a dei fatti cos gravi".

(Red/Col/Adnkronos)