Governo: staffetta agita M5S, dissidenti pensano a strappo
Governo: staffetta agita M5S, dissidenti pensano a strappo
Battista ironizza, lo stop a Becchi? Casaleggio si e' incattivito

Roma, 11 feb. (Adnkronos) - "Ora o mai pi", confida un senatore dissidente del M5S. "Questi sono giorni decisivi, ma bisogna attendere e vedere cosa fa Renzi, tutto sta al segretario dem". L'ipotesi di staffetta a Palazzo Chigi agita i 5 Stelle. I 'ribelli' del Movimento si interrogano in queste ore, mentre i fedelissimi della linea Grillo-Casaleggio sperano "che sia la volta buona, magari lasciano una volta per tutte". E in effetti qualcuno starebbe pensando a uno strappo. Per questo i senatori 'malpancisti' del M5S, stando almeno ai rumors del gruppo di Palazzo Madama, avrebbero deciso di disertare l'assemblea di ieri.

"Ormai si stanno organizzando per conto loro - confida un senatore - hanno anche un ufficio stampa, curano da soli la loro comunicazione". I nomi sarebbero sempre gli stessi: Lorenzo Battista, Luis Alberto Orellana, Francesco Campanella, Laura Bignami, Monica Casaletto, quelli pi in vista. L'ipotesi di espulsione di 'massa', circolata nei giorni scorsi, sembra invece in standby, almeno per ora. Anche se la presa di distanza di Beppe Grillo da Paolo Becchi, considerato da alcuni l'ideologo dei 5 Stelle, desta qualche dubbio. "Casaleggio si incattivito - ironizza il senatore Battista - un periodo difficile, qualcuno nervoso". (segue)

(Red/Col/Adnkronos)