Napolitano: Crimi, no a impeachment, sordi a trattativa Stato-Mafia
Napolitano: Crimi, no a impeachment, sordi a trattativa Stato-Mafia

Roma, 11 feb. - (Adnkronos) - "E' successo. Hanno respinto la nostra richiesta di aprire un'indagine su Napolitano. Una riflessione. Perch nessuno parla dell'ingerenza di Napolitano nel processo sulla trattativa Stato-mafia?". Cos, su Facebook, il senatore M5S Vito Crimi commenta l'archiviazione della richiesta di impeachment dei 5 Stelle, votata poco fa dal Comitato parlamentare per i procedimenti d'accusa.

"Rileggendo i fatti di ieri e i vostri commenti - scrive Crimi, che oggi ha preso parte ai lavori del Comitato - oggi sorto in me un dubbio, convertitosi presto in certezza. La nostra richiesta di impeachment si riferisce a 6 aspetti che hanno caratterizzato la presidenza Napolitano. Rilievi, questi, per noi degni di grande attenzione, perch tramite il loro profilo di violazione della Costituzione prefigurano un vero e proprio disegno volto a sovvertire l'ordine costituzionale. Fra le accuse da noi rivolte al Presidente, solo tangenzialmente - molto en passant - si fa riferimento alla nomina di Monti e all'intento di destituire Berlusconi (progetto noto da tanto tempo, ma soltanto ieri ripreso nelle dichiarazioni di De Benedetti e Prodi, dunque amplificato dai grandi media)".

"Non era per noi un argomento dei pi pregnanti, anche se politicamente molto grave. Eppure, nella giornata di ieri non si parlato d’altro. Non una parola, uno straccio di commento, in merito alla trattativa Stato-mafia -sottolinea il grillino- all'ingerenza di Napolitano sulle Procure interessate, alle lettere del suo segretario generale, alle sue telefonate intercettate con l’ex ministro dell’interno Mancino e alla sua pretesa di distruggerle, ed infine alla conseguente sua mancata testimonianza al processo, richiesta dalla Procura di Palermo". (segue)

(Red/Zn/Adnkronos)