Partiti: M5S Senato riproporra' norme per risparmio 2,5 mld
Partiti: M5S Senato riproporra' norme per risparmio 2,5 mld
chiediamo voto palese in modo che ognuno sui prenda responsabilita'

Roma, 11 feb. (Adnkronos) - Il Movimento 5 Stelle proporr il voto elettronico-palese sugli emendamenti proposti dal movimento alla legge sul finanziamento dei partiti. Lo rende noto il gruppo M5S a palazzo Madama in un comunicato nel quale si ricorda che sull'abolizione del finanziamento pubblico ai partiti arrivato il "round finale. Dopo la bocciatura in commissione Affari Costituzionali degli emendamenti del M5S che avrebbero fatto risparmiare oltre 2,5 miliardi di euro, la battaglia si sposta oggi nell'aula del Senato".

I Cinquestelle ripresenteranno "tutti gli emendamenti bocciati in commissione chiedendo il voto elettronico palese. Vedremo cos chi si opporr ad abolire immediatamente il finanziamento pubblico ai partiti. Altro che la legge truffa di Letta che finanzier i partiti fino al 2017 e poi si inventa un meccanismo fiscale che, con il gioco delle 'tre carte', di fatto continuer a far affluire denaro nelle casse dei partiti tramite agevolazioni fiscali a spese dei contribuenti etc. I partiti saranno chiamati a votare anche sull'emendamento che rispettando la recente sentenza della Corte dei Conti, chieder l'immediata restituzione dei finanziamenti pubblici percepiti illegittimamente e contro la volont popolare dal 1997 ad oggi".

"Siamo ad quota 2,5 miliardi di euro. Se approvato, l'emendamento costringer alla restituzione delle somme dovute. Nel caso di diniego, interverr la magistratura tramite sequestri di beni e liquidit appartenenti ai diversi partiti. Vi poi un terzo emendamento fondamentale che prevede almeno la restituzione delle somme percepite come finanziamento pubblico ai partiti, ma non rendicontate e quindi che non sono state realmente spese nelle campagne elettorali ( stata quantificata una cifra pari a circa 1,9 mld)". (segue)

(Red/Zn/Adnkronos)