Usa: pressing di Obama sul Congresso, alzare i salari minimi per tutti
Usa: pressing di Obama sul Congresso, alzare i salari minimi per tutti

Washington, 15 feb. - (Adnkronos) - Dopo avere aumentato i salari minimi dei dipendenti federali il presidente Obama, nel suo discorso settimanale, richiama il Congresso a “terminare il lavoro ed agire” approvando la proposta di legge che innalza i salari minimi a 10,10 dollari l’ora per tutte le categorie di lavoratori. ”La schiacciante maggioranza degli americani – ha affermato Obama – appoggia l’aumento del minimo salariale che oggi vale il 20% in meno di quanto valeva quando e’ entrato in carica il Presidente Reagan”.

Un “si” dei parlamentari alla legge, da tempo bloccata a Capitol Hill, avrebbe – ricorda il Presidente Usa – ricadute positive sui salari di 28 milioni di americani: a ricevere l’aumento sarebbero gli impieghi peggio pagati che sono generalmente appannaggio delle donne e dei trentenni.

“Chi si oppone agli aumenti salariali utilizza da anni gli stessi argomenti vecchi e che hanno dimostrato di essere sbagliati. Dimostriamo ancora una volta che lo sono”, conclude Obama.

(Sub/Ct/Adnkronos)