Cinema: Taviani girano per 'Meraviglioso Boccaccio', sopralluohi a Certaldo
Cinema: Taviani girano per 'Meraviglioso Boccaccio', sopralluohi a Certaldo
Gli scenografi del film nel borgo

Firenze, 15 feb. - (Adnkronos) - Il grande cinema arriva a Certaldo. Si svolto stamani il primo sopraluogo da parte dello staff del film “Meraviglioso Boccaccio” che i registi Paolo e Vittorio Taviani gireranno nelle prossime settimane ispirandosi ad alcune novelle del Decameron di Giovanni Boccaccio. A soli 4 anni di distanza quindi dalle riprese di “Amici miei – Come tutto ebbe inizio” con la Filmauro e la regia di Neri Parenti, il borgo medievale torna ad essere oggetto di attenzione da parte del grande cinema, con una produzione e un cast, ancora top secret, che si preannunciano per importanti.

Il sopralluogo a Certaldo Alto e dintorni si svolto stamani con la scenografa del film, Emita Frigato, accompagnata da personale del Comune di Certaldo e dall’assessore alla cultura Giacomo Cucini. Il gruppo, grazie alla disponibilit di strutture, associazioni e privati cittadini, ha esplorato tutto il borgo medievale. "Appena saputo, grazie alla Toscana Film Commission, di questa nuova produzione cinematografica, Certaldo si subito messa a disposizione dei Fratelli Taviani per la realizzazione del film – dice l‘assessore Cucini – felici del fatto che, dopo le Celebrazioni del VII Centenario appena concluse, l'interesse per Boccaccio e la sua opera continui con produzione di questa portata.

La presenza del cinema a Certaldo rappresenterebbe inoltre un’importante occasione di crescita e di promozione della nostra immagine e di valorizzazione del tessuto culturale locale. Oltre alla bellezza dei luoghi e alla disponibilit delle nostre strutture, abbiamo infatti segnalato alla produzione anche le nostre compagnie teatrali che da oltre 20 anni lavorano sul Decameron, sia da un punto di vista di interpretazione che di messinscena, e la disponibilit anche delle altre associazioni locali e di tutto il nostro territorio. Consapevoli che le esigenze del cinema sono particolari, confidiamo comunque che alcuni set possano essere ambientati anche tra le mura dove davvero visse e mor Giovanni Boccaccio”.

(Red/Col/Adnkronos)