Carceri: Ugl, a Rebibbia personale si autoconsegna e si astiene dal vitto
Carceri: Ugl, a Rebibbia personale si autoconsegna e si astiene dal vitto
'Carenza risorse umane e materiali'

Roma, 20 feb. (Adnkronos) - “Da luned scorso il personale del Nucleo Traduzioni e Piantonamenti del Polo di Rebibbia si autoconsegnato e si astiene dalla consumazione del pasto presso la mensa obbligatoria di servizio per protestare contro la carenza di risorse umane e materiali che incidono negativamente sull’andamento dei servizi, ponendo le donne e gli uomini del Corpo in costante pericolo”. Lo afferma in una nota il segretario nazionale dell’Ugl Polizia Penitenziaria, Giuseppe Moretti che sottolinea: “Crediamo sia giunto il momento che l’Amministrazione penitenziaria dia un segnale ai propri lavoratori, sospendendo quei servizi, quali le traduzioni degli arrestati e degli internandi, che non competono al Corpo ma al Provveditorato del Lazio”. (segue)

(Red/Opr/Adnkronos)