'Ndrangheta: sentenza Minotauro, provato stretto collegamento tra Piemonte e Calabria
'Ndrangheta: sentenza Minotauro, provato stretto collegamento tra Piemonte e Calabria

Torino, 20 feb. (Adnkronos) - "Numerose sono le conversazioni dalle quali si trae prova dell'unitariet della 'ndrangheta e dello stretto collegamento della realt piemontese con quella calabrese". Lo scrive il Tribunale di Torino nelle quasi 500 pagine di motivazioni della sentenza Minotauro, sulla 'ndrangheta nel torinese. Il processo di primo grado si era chiuso il 22 novembre con 36 condanne.

"E' emersa la presenza sul territorio piemontese - si legge nella sentenza - di una struttura criminale di stampo mafioso, costituita non semplicemente da una serie di soggetti che qui si sono associati e qui hanno iniziato a delinquere, ma per contro da persone che hanno 'importato' tipologie di reati, linguaggi, riti e doti tipici della terra di origine della 'ndrangheta ed operato secondo le sue tradizioni, mantenendo legami stabili con organismi di vertice della 'ndrangheta calabrese".

Secondo il giudice "ormai superata" la "visione parcellizzata della 'ndrangheta": "alla luce delle nuove emergenze processuali - si legge nella sentenza - la 'ndrangheta non pu pi ritenersi solo un insieme di 'locali' o cosche, ma deve essere considerata struttura unitaria di cui queste sono articolazioni territoriali".

(Ssa/Ct/Adnkronos)