Scuola: Calabria, Caligiuri presenta poli tecnico-professionali
Scuola: Calabria, Caligiuri presenta poli tecnico-professionali

Catanzaro, 20 feb. (Adnkronos) - "Con l'istituzione di 11 poli tecnici e professionali orientati sul settore del turismo, con annessa la filiera dell'agroalimentare, viene ampliata e qualificata l'offerta formativa per i giovani calabresi, collegando sempre di pi la scuola al mondo del lavoro attraverso settori strategici per lo sviluppo economico di tutta la Calabria. Inoltre, uno dei meriti di questa azione e' di avere messo in rete gli istituti turistici, alberghieri e agrari della regione, insieme a oltre cento imprese, tra le maggiori di tutta la calabria nei settori del turismo, della gastronomia e dell'agricoltura favorendo l'incontro indispensabile tra scuole e imprese". E' quanto ha dichiarato l'Assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri presentando questa mattina i risultati del bando della Regione Calabria.

Sono stati investiti 9 milioni di euro per finanziare, per un periodo triennale, la formazione di figure professionali anche altamente innovative che possano sostenere la crescita e la internazionalizzazione di questi settori strategici. Altri quattro milioni sono ancora disponibili per potenziare le esperienze che daranno maggiori risultati. Per la presentazione di questa importante azione, sono intervenuti anche gli assessori regionali all'Agricoltura Michele Trematerra e all'internazionalizzazione Luigi Fedele. Per Trematerra, "il settore agricolo calabrese, pur in un periodo di crisi, continua a crescere, anche nell'export. Pertanto la formazione qualificata e' indispensabile per agganciare i prodotti agricoli alla promozione turistica del territorio".

Secondo Fedele, in questi anni si sta costruendo concretamente "un sistema Calabria che, con tutte le sue tante potenzialit si sta preparando per gli impegni dell'internazionalizzazione e dell'Expo 2015, che vedr anche poli tecnico professionali calabresi presenti. Alla conferenza stampa anche il Direttore Generale dell'Assessorato al Turismo Pasquale Anastasi, che ha sottolineato come "i poli tecnici e professionali rappresentino uno dei primi tentativi di sperimentazione, programmazione e integrazione di politiche pubbliche regionali". (segue)

(Red/Col/Adnkronos)