Governo: Ibl, intervento Troika ridurrebbe costi politici riforme (2)
Governo: Ibl, intervento Troika ridurrebbe costi politici riforme (2)
Appaltarle ad enti sovranazionali non e' soluzione ottimale

(Adnkronos) - L'intervento di Bce, Fmi e Ue in Italia non una mera ipotesi di scuola: un manager dagli ottimi contatti internazionali come Enrico Cucchiani, all'epoca Ceo di Intesa SanPaolo, aveva detto nel settembre scorso, pur non auspicandolo, che, ove non si fosse riusciti a formare un governo in grado di affrontare i problemi del Paese, sarebbe stato "interesse di tutti" che la Troika provvedesse allo scopo. Da un punto di vista politico, osserva Bragazza, "l’appalto delle riforme a un ente sovranazionale non una soluzione ottimale: una classe dirigente consapevole del suo ruolo e in grado di esercitarlo dovrebbe prendere tutte le misure necessarie, ancorch dolorose, per assicurare al Paese un sentiero pi stabile di crescita, senza affidarsi a esterni".

Inoltre, prosegue Bragazza, "la corretta esecuzione delle riforme richiede conoscenze e competenze che possono essere acquisite solo attraverso la consuetudine a trattare e collaborare con le istituzioni nazionali e coi centri di potere formali e reali e che, pertanto, nessun emissario internazionale pu sviluppare rapidamente". Tuttavia, nell’eventualit in cui l'Italia "dovesse nuovamente affrontare una fase di turbolenza sui mercati del debito sovrano e rischiasse di perdere l’accesso ai capitali, non escluso che le autorit italiane richiedano un aiuto agli organismi europei e internazionali preposti".

E, "date le dimensioni dell’economia italiana e del suo bilancio pubblico - aggiunge Bragazza - difficile immaginare un intervento solitario del Fmi, come in Argentina, ma ben pi probabile che le modalit di intervento siano analoghe a quelle seguite per fronteggiare la crisi greca. Tuttavia la principale differenza sarebbe, verosimilmente, l’entrata in funzione del Meccanismo Europeo di Stabilit (Mes), che non mai stato attivato nella crisi del debito greco". (segue)

(Red/Opr/Adnkronos)