Made in Italy: Bracco, in Italia distanza atenei e imprese, serve cambio passo
Made in Italy: Bracco, in Italia distanza atenei e imprese, serve cambio passo
solo puntando su ricerca e innovazione si vince sfida competitivita'

Roma, 20 feb. (Adnkronos) - ''L'innovazione e' un motore di sviluppo economico che da troppo tempo manca in Italia mentre solo puntando su ricerca e innovazione le imprese possono vincere la sfida della competizione a livello globale''. Ad affermarlo e' il vicepresidente di Confindustria Diana Bracco nel corso della cerimonia al Quirinale per l'assegnazione dei premi Leonardo. Con la strategia indicata in Horizon 2020 ''la Commissione europea - ha ricordato Bracco - invita al trasferimento della conoscenza in prodotti innovativi per far crescere la competitivita'. E questo e' importante soprattutto per l'Italia dove c'e' troppa distanza tra l'universita' e le imprese. Occorre un cambio di passo''.

E in tal senso Confindustria, rileva la vicepresidente, ''non si stanchera' mai di chiedere risorse per ricerca e innovazione: non sono costi ma investimenti''. La richiesta ''di una strategia paese forte per presentarci in Europa come sistema Italia vale anche per Expo 2015, un importante volano di crescita economica e occupazionale che far dell'innovazione applicata al tema 'Nutrire il pianeta, energia per la vita' il suo fil rouge''.

Secondo uno studio della Bocconi ''i posti di lavoro creati in Europa da Expo saranno intorno ai 190mila, mentre la produzione aggiuntiva generata sul territorio nazionale sar di 23 miliardi di euro. Questo volume d'affari dar un valore aggiunto in Italia di 10 miliardi di euro'', mentre ''gli investimenti esteri in Italia saranno pari a 1 miliardo e 300 milioni'', conclude Bracco.

(Red/Col/Adnkronos)