Ucraina: Ass. cristiana ucraini in Italia, integrati, lavoratori e religiosi (2)
Ucraina: Ass. cristiana ucraini in Italia, integrati, lavoratori e religiosi (2)

(Adnkronos/Labitalia) - "Sicuramente -ammette il presidente dell'Associazione cristiana degli ucraini in Italia- gli ucraini che vivono in Italia hanno una gran voglia di lavorare. Io stesso sono medico chirurgo, ma con la burocrazia che c' non ho il riconoscimento della laurea. Ma non stato un problema, ho sempre lavorato sia come badante sia come infermiere".

Per questo, dati alla mano, tra il 2010 e il 2012 (ultimi dati disponibili Caritas, ndr) c' stato un incremento di ingressi di ucraini pari al 3%; all'inizio del 2013 erano 224.588. La maggior parte risulta residente in Lombardia (21,3%) e in Campania (18,3%), ma gli immigrati ucraini scelgono anche altre regioni italiane.

Il 79,8% donna e la maggior parte impiegata nel settore familiare. Gli ucraini a 'lungo soggiornanti', cio con un contratto a tempo indeterminato, raggiungono la percentuale del 49,2%,

(Lab/Col/Adnkronos)