Governo: appello di Reale ed Esposito, salvare filosofia nelle scuole
Governo: appello di Reale ed Esposito, salvare filosofia nelle scuole
''Contro l'ideologia tecnocratica, per ricostruire l'Italia''

Roma, 20 feb. - (Adnkronos) - ''Se per il nuovo governo la scuola sara' davvero una priorita', la tradizione della cultura umanistica italiana non potra' restare sempre ai margini. Tra i primi obiettivi: conservare l'attuale programmazione per la filosofia nei licei e reintrodurre la filosofia in tutti i corsi di scienze dell'educazione''. Sul sito dell'Editrice La Scuola compare un appello dei filosofi al futuro ministro dell’Istruzione del governo Renzi dal titolo ''Contro l'ideologia tecnocratica, ripartire dalla filosofia per ricostruire l'Italia''. E' promosso dai filosofi Giovanni Reale, Roberto Esposito e Adriano Fabris e sta raccogliendo adesioni da tutta la comunita' scientifica: da Dario Antiseri a Gianni Vattimo, da Romeo Bodei a Emanuele Severino, da Salvatore Natoli a Carmelo Vigna.

Per gli i filosofi firmatari dell'appello e' ''necessario contrastare'' la deriva in corso e lo si puo' fare ''anzitutto bloccando i progetti che riducono o addirittura eliminano lo spazio della filosofia nell'istruzione secondaria e nell'insegnamento universitario''. Per questo motivo al nuovo governo si chiedono ''impegni precisi: non solo per l'ammodernamento delle strutture scolastiche e universitarie, ma anzitutto per il sostegno e il rilancio di una cultura autenticamente umanistica, come sfondo all'interno del quale anche la ricerca scientifica e tecnologica acquista significato''

''E' questo il modo in cui puo' trovare rilancio anche un'azione politica intesa come responsabilita' del pensiero nei confronti della dimensione pubblica e del mondo. E' questo il modo in cui il nostro paese puo' essere fedele al suo passato. E' questo il modo in cui esso pu trovare una vera collocazione nel presente e nel futuro dell’Europa'', concludono i filosofi.

(Red/Zn/Adnkronos)