M5S: D'Inca' su senatori dissidenti, se non sono in linea si dimettano
M5S: D'Inca' su senatori dissidenti, se non sono in linea si dimettano
Voci fuori dal coro, molto mediatiche e poco costruttive

Roma, 20 feb. (Adnkronos) - "Se qualcuno non si trova in linea con quel che oggi rappresenta il Movimento e con quella che la volont dell'assemblea, pu decidere liberamente di dimettersi da parlamentare lasciando spazio ad altre persone". Per Federico D'Inc, capogruppo M5S alla Camera, quelle dei senatori dissidenti Lorenzo Battista, Fabrizio Bocchino, Francesco Campanella e Luis Alberto Orellana "sono voci sempre fuori dal coro, esclusivamente in disaccordo" e che finiscono "per fare male al Movimento".

"Le voci critiche - assicura - all'interno del Movimento ci sono e sono ben accolte. Ma queste persone - dice riferendosi ai 4 senatori finiti nel mirino del blog - fanno sentire la loro voce sempre fuori dall'assemblea: sono voci molto mediatiche e poco costruttive".

Quanto all'incontro-scontro di Beppe Grillo ieri con il premier incaricato Matteo Renzi, il leader M5S "ha detto tutto quel che dovevamo dire. Io ero contrario a vedere Renzi - spiega D'Inc - ma la Rete si espressa diversamente. Quel che ha detto Grillo semplicemente la verit, con un lunguaggio vicino ai cittadini e molto lontano dal politichese. Se qualche italiano non la pensa come noi cambier idea tra qualche mese, quando questa bolla di sapone esploder e tutti capiranno di che pasta fatto Renzi".

(Red/Col/Adnkronos)