Cinema: 'Tir' di Alberto Fasulo, il vincitore del Festival di Roma in sala
Cinema: 'Tir' di Alberto Fasulo, il vincitore del Festival di Roma in sala

Roma, 20 feb. (Adnkronos/Cinematografo.it) - “Perch un attore? Avevo paura di offendere il camionista con cui ho passato un anno, il croato Jerko, che mi aveva confessato: 'Mi mancano due anni, mi servono per far studiare mia figlia, e poi questi diciotto passati alla guida li butto via in un sacchetto nero'. Non avevo scelto un camionista eroe, uno che si sente figo, bens un ex professore di matematica, che aveva perso la sua dignit di insegnante con la guerra: la scelta di fare il camionista era una pura necessit, perch da professore guadagnava 400 euro, guidando 1200-1300. Ho scelto di ricreare la sua esperienza, con grande rispetto: Jerko ha poi visto il film, e ha riso dall’inizio alla fine”. Cos Alberto Fasulo torna sul suo 'Tir', che dopo aver trionfato all’ottavo Festival di Roma arriva nelle nostre sale con Tucker Film il 27 febbraio.

L’attore Branko Zavrsan interpreta Branko, un ex insegnante di Rijeka, divenuto autista: orari mostruosi, vita grama, ma stipendio triplicato. Tra i dialoghi con il collega Maki (Marijan Sestak, vero camionista), il datore di lavoro e le telefonate alla moglie (la vera moglie di Zavrsan, anche lei attrice) Rijeka, sono migliaia i chilometri percorsi tracciando una X sull’Europa: dalla Svezia a Roma, da Siviglia a Budapest, 4 mesi su strada con Fasulo a condividere la cabina giorno e notte con Branko, che dopo aver preso la patente ad hoc stato assunto a tempo determinato da un’azienda di trasporti. (segue)

(Red/Ct/Adnkronos)