Conti pubblici: Codacons, Renzi riveda composizione entrate
Conti pubblici: Codacons, Renzi riveda composizione entrate

Roma, 3 mar. - (Adnkronos)- Secondo i dati resi noti oggi dall'Istat, nel 2013 il Pil diminuito dell'1,9%, mentre il rapporto debito-Pil ha raggiunto il record del 132,6% e per il Codacons "i dati sono due facce della stessa medaglia, sono l'uno la diretta conseguenza dell'altro". "Fino a che i Governi pensano solo a ridurre il debito aumentando le tasse, il Pil non pu che crollare ed il rapporto debito-Pil peggiorare" afferma il Codacons.

Per questo l'associazione di consumatori invita il Governo Renzi "a concentrarsi sul denominatore del rapporto debito-Pil piuttosto che, come hanno fatto Monti e Letta, sul numeratore, altrimenti il paese non uscir pi da questa recessione. Ecco perch l'aumento della Tasi un pessimo inizio".

Per l'associazione, "considerati i tempi lunghi per ridurre la spesa e combattere l'evasione", l'unica possibilit immediata che ha il Governo per far uscire il paese dalla recessione " cambiare la composizione delle entrate, abbassando drasticamente le tasse che non rispettano l'art. 53 della Costituzione e alzando le altre, abbassando ad esempio l'Iva, le accise sui carburanti, le tasse su luce e gas e alzando l'aliquota massima Irpef, quella sulle rendite finanziarie e l'Imu per chi ha pi di 3 case".

(Red/Zn/Adnkronos)