Expo 2015: Galvagni (Cisl), bene Governo, ora subito patto per lavoro
Expo 2015: Galvagni (Cisl), bene Governo, ora subito patto per lavoro

Milano, 3 mar. - (Adnkronos) - "E’ positivo l’impegno del governo a sostenere Expo 2015; le opere infrastrutturali sono decisive, cos come la realizzazione dei padiglioni all’interno del recinto. C’ poi tutto l’indotto che, prima, durante e probabilmente dopo Expo, potrebbe far crescere l’economia del territorio. Peccato che, sia la folta delegazione ministeriale, che le istituzioni presenti si siano dimenticati di ci che fa muovere tutto questo: il lavoro. E’ per questo, per salvaguardare e far crescere il lavoro di oggi e quello di domani che abbiamo proposto, dopo il fallimento del tavolo nazionale, un patto in grado di dare anche ai lavoratori alcune garanzie". Lo afferma il segretario generale della Cisl Milano Metropoli, Danilo Galvagni.

Secondo il sindacalista, "proprio ora che, sia i padiglioni dei Paesi ospiti che la grande macchina dell’indotto, dovranno mettersi in moto. Serve un’intesa con le imprese destinate a muovere tutte le attivit collegate ad Expo, dal commercio al turismo, dall’artigianato all’agroalimentare, alle reti di comunicazione al trasporto".

"La flessibilit straordinaria potrebbe durare dal primo luglio 2014 al 30 giugno 2016. Abbiamo proposto una ‘Job List’ di Expo per definire il profilo della nuova flessibilit e per garantire continuit nell’offerta di lavoro anche dopo Expo. Un’ intesa con regole chiare per la formazione prima e dopo Expo, con un occhio attento anche alle attivit collegate, di carattere amministrativo. Ma il tempo stringe e le parti interessate non sembrano cogliere l’urgenza" fa notare infine Galvagni.

(Red/Ct/Adnkronos)