Lavoro: Poletti, ripartiamo da politiche attive
Lavoro: Poletti, ripartiamo da politiche attive
Nessuno deve stare con le mani in mano

Roma, 3 mar. (Adnkronos) - "Stiamo pensando a tante e diverse politiche ma soprattutto al tema delle politiche attive, ossia far modo che tutti possano avere un'opportunit, che si tratti di tornare a formarsi, a formare una piccola azienda, a cominciare a lavorare. Nessuno deve stare con le mani in mano, inutile a s, inutile agli altri, bisogna produrre il massimo della ricchezza possibile tramite il lavoro". Il neo ministro del Lavoro Giuliano Poletti ai microfoni de "L'Economia prima di tutto" del Gr Rai parla di rilancio dell'occupazione.

Tra i possibili settori sui quali puntare , Poletti individua quello delle cooperative e precisa: "Negli ultimi quattro anni di crisi il mondo delle cooperative aumentato del 2% l'anno nell'occupazione. Bisogna guardare a quel grande mondo dell'economia sociale e solidale, fatto da imprese no profit, associazionismo, mutue fondazioni, finanza etica, che fa lavorare circa 3 milioni di persone e che non mai stato considerato come un elemento economico ma piuttosto come una componente sociale. Non cos: pu essere un altro pezzo della nostra risposta alla crisi".

(Red/Zn/Adnkronos)