Professioni: Cup, chi continua a chiedere abolizione ordini non conosce realta' (2)
Professioni: Cup, chi continua a chiedere abolizione ordini non conosce realta' (2)

(Adnkronos/Labitalia) - "Ognuno con le sue specificit e competenze -fa notare- rappresenta quel valore aggiunto fondamentale al processo di modernizzazione della nostra economia e delle attivit svolte dalla pubblica amministrazione. Tra occupazione diretta e indotto, il bacino occupazionale delle professioni stimato in poco pi di 3,9 milioni di posti di lavoro, pari al 15,9% dell'occupazione complessiva, con l'8,5% di occupazione diretta e l’8,7% nell'indotto".

"Gli ordini professionali non amministrano -sottolinea la presidente del Cup- solo i propri iscritti, ma garantiscono attraverso una continua e fattiva collaborazione con le istituzioni, anche attraverso le attivit portate avanti dal Comitato unitario permanente degli ordini e collegi professionali, la tutela degli interessi dei cittadini e dello Stato".

"Riguardo poi all'affermazione che il sistema ordinistico -rimarca- sia un retaggio di epoche passate, basta avere una minima conoscenza dei sistemi esistenti negli altri Stati europei, a cominciare dalla Germania, per comprendere di essere in errore". "I professionisti ordinistici -conclude Marina Calderone- operano a tutela del cittadino e delle imprese per le tante attivit sussidiarie che svolgono in ausilio alla pubblica amministrazione e senza le quali mai sarebbero garantiti i diritti dei cittadini".

(Lab/Ct/Adnkronos)