Telecom: Bassanini, disponibili a finanziare scorporo ma risorse alla rete
Telecom: Bassanini, disponibili a finanziare scorporo ma risorse alla rete
operazione deve essere nazionale e garantire uguale accesso a tutti

Bologna, 3 mar. - (Adnkronos) - "Lo scorporo della rete sempre stata una scelta che, in primo luogo, competeva a Telecom Italia, non competeva a noi". Lo ha affermato il presidente della Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) e di Metroweb, Franco Bassanini, ai cronisti che a Bologna gli domandavano un commento sull'ipotesi di costituzione di una societ ad hoc per lo scorporo della rete Telecom. "Certo che - ha aggiunto Bassanini - per raggiungere un accordo bisogna trovare una soluzione che garantisca che le risorse messe eventualmente dal gruoppo Cdp siano destinate alla rete e non ad altri scopi, quindi non ad esempio ad alterare la concorrenza tra gli operatori sul terreno dell'offerta di servizi e contenuti digitali".

"Fin dall'inizio c' stata la nostra piena disponibilit - ha rimarcato il presidente della Cdp - a concorrere a soluzioni in cui sia evidente che le risorse eventualmente provenienti dal nostro gruppo siano interamente destinate ad accelerare investimenti sulle infrastrutture di rete". "In secondo luogo - ha aggiunto - che la soluzione deve essere tale da garantire un'assoluta uguaglianza nell'accesso all'infrastruttura e nel trattamento di tutti gli operatori".

"A queste condizioni noi siamo sempre diponibili a cercare soluzioni che vedano anche il nostro apporto di risorse finanziarie - ha continuato Bassanini - ma nel caso si raggiungesse un accordo dovrebbe comprendere anche Metroweb, perch non avrebbe naturalmente senso che noi avessimo partecipazioni in due societ delle infrastrutture in concorrenza tra loro". Infine, l'eventuale ingresso in una societ ad hoc volta a garantire la realizzazione di una rete di nuova generazione, secondo Bassini, deve riguardare l'intervento "in tutto il Paese e non solo in alcune citt".

(Mcb/Col/Adnkronos)