Ucraina: macchinari, vestiti e mobili, export Made in Italy a rischio/Scheda
Ucraina: macchinari, vestiti e mobili, export Made in Italy a rischio/Scheda
(Rif.: 'Ucraina: Bollino, nessun allarme per forniture gas Italia')

Roma, 3 mar. - (Adnkronos) - Macchinari, abbigliamento, prodotti chimici e mobili. Sono questi i prodotti 'Made in Italy' che trovano ampio spazio sul mercato ucraino e che rischiano di risentire della crisi se dovesse perpetrarsi per almeno 1 o 2 trimestri deprimendo i consumi interni.

Secondo i dati dell'Ice le esportazioni dal Belpaese verso Kiev nel 2013 su base annua hanno segnato un incremento del 9,2%, passando da quasi 1,6 mld del 2012 a oltre 1,7 mld. Nel dettaglio in cima alla lista troviamo macchinari e apparecchiature circa per 380 mln di euro lo scorso anno, +14,6% su anno; a seguire gli articoli di abbigliamento a 206 mln di euro, +7,4%; terzo posto, prodotti chimici oltre 125 mln di euro, -0,6% rispetto al 2012.

In buona posizione seppur in calo rispetto alla scorso anno restano i mobili, a 110 mln di euro, -5,1% su anno. In forte espansione, +204%, l'export dei prodotti minerari, passati da 602mila euro a 1,803 mln. In salita anche l'alimentare e bevande: rispettivamente a +12,3% e +16,2%.

(Red/Ct/Adnkronos)