Consumi: Coldiretti, spesa famiglie crolla del 7% da inizio crisi
Consumi: Coldiretti, spesa famiglie crolla del 7% da inizio crisi
scesi del 2,6% nel 2013

Roma, 11 mar. (Adnkronos) - I consumi delle famiglie nel 2013 sono scesi a 797.634 milioni con un ulteriore calo del 2,6% rispetto all’anno precedente. Dall'inizio della crisi, quindi, si registra un drammatico crollo del 7% che ha toccato tutti i principali beni. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei conti trimestrali dell’Istat sul conto economico delle risorse e degli impieghi a valori concatenati, dai quali si evidenzia che a pesare nell’ultimo anno stato soprattutto il calo della spesa alimentare che rappresenta la seconda voce nel budget familiari.

Gli italiani nei primi anni della crisi - sottolinea la Coldiretti - hanno rinunciato soprattutto ad acquistare beni non essenziali, dall’abbigliamento alle automobili, ma una volta toccato il fondo hanno iniziato a tagliare anche sul cibo con un crollo record del 3,1% della spesa alimentare nel 2013 rispetto allo scorso anno che significa un calo dell’8% dall’inizio della crisi nel 2008.

Nel 2013 le famiglie italiane – precisa la Coldiretti - hanno tagliato gli acquisti dal pesce fresco (-20%) alla pasta (-9 per cento), dal latte (-8 %) all’olio di oliva extravergine (- 6 per cento) dall’ortofrutta (- 3 %) alla carne (-2 %) mentre aumentano solo le uova (+2 %), sulla base dell’analisi della Coldiretti su dati Ismea relativi al primi undici mesi. In particolare si assistito – continua la Coldiretti - ad un calo nelle quantit di alimenti acquistati, ma soprattutto all’affermarsi dei prodotti low cost a basso prezzo in vendita nei discount che sono gli unici a fare registrare un aumento (+1,6 %) nel commercio al dettaglio nel 2013.

(Red/Ct/Adnkronos)