Lavoro: Confartigianato, in 2013 persi 478mila occupati (2)
Lavoro: Confartigianato, in 2013 persi 478mila occupati (2)

(Adnkronos) - Le opportunit di trovare lavoro sono ostacolate dalla crisi ma anche da interventi normativi che hanno penalizzato un contratto a valenza formativa come l’apprendistato che, nel 2013, ha consentito l’11,5% delle assunzioni effettuate dalle imprese artigiane, a fronte dell’8,7% di apprendisti assunti dal totale delle imprese.

Ma la vocazione dell’artigianato ad utilizzare l’apprendistato stata pesantemente compromessa dai maggiori costi e vincoli introdotti nel 2012 dalla riforma Fornero e dalle incertezze applicative provocate dalle tre riforme dell’apprendistato succedutesi nel triennio 2011-2013. Risultato: tra il 2012 e il 2013 le assunzioni di apprendisti nell’artigianato sono crollate del 33,8%, a fronte di una diminuzione del 16% per il totale delle imprese. Sul fronte degli ammortizzatori sociali, Confartigianato rileva il calo, tra il 2012 e il 2013, delle ore autorizzate di Cassa Integrazione Guadagni in Deroga: - 22,9%.

Una diminuzione ancor pi apprezzabile perch, a fine 2012, il ricorso effettivo alla Cig in deroga da parte delle imprese artigiane si traduce in un tasso di utilizzo del 23%, pi che dimezzato rispetto alla media della Cig straordinaria e in deroga rilevata nel 2012 e pari al 54,56%. “Per rilanciare l’occupazione – sottolinea il presidente di Confartigianato Giorgio Merletti - non servono nuove ‘ricette’ fantasiose, soprattutto, non abbiamo bisogno di soluzioni ‘a taglia unica’. Cominciamo, invece, subito a ridurre la tassazione sul lavoro e a liberare l’apprendistato da costi e vincoli introdotti dalla riforma Fornero e che hanno impedito l’assunzione di migliaia di giovani''.

(Red/Ct/Adnkronos)