Lavoro: Donazzan (Veneto), rispondiamo al Jobs Act con il 'lavoro vero' (2)
Lavoro: Donazzan (Veneto), rispondiamo al Jobs Act con il 'lavoro vero' (2)

(Adnkronos) - ''Per quanto riguarda i lavori di pubblica utilit, nel 2012 sono stati stanziati 1.500.000 euro, il 35% di loro ha trovato in seguito un’occupazione, il 36% ha avuto almeno un’opportunit di lavoro e solo il 29% non ha avuto alcuna occasione. Nel 2013 – sottolinea l’assessore Donazzan – abbiamo stanziato 5 milioni di euro, con i quali abbiamo toccato 282 Comuni (la met dei Comuni del Veneto) e 1.247 lavoratori. In bilancio, presenteremo un emendamento per rifinanziare i lavori di pubblica utilit”.

“Si tratta – ha ribadito Bond – di un punto sul quale non intendiamo derogare e dal quale dipende il nostro voto in aula”. Riguardo agli ammortizzatori sociali, “se la spesa passiva (84 milioni di euro di risorse mancanti per i disoccupati in deroga ) fosse reinvestita in politiche attive, riusciremmo a dare opportunit di “lavoro vero” a 16.800 persone – evidenzia l’assessore Donazzan – In particolare, equiparandole alle work experience, che con uno stanziamento di 22 milioni di euro a valere sul Fondo Sociale Europeo, ha dato opportunit di lavoro vero a 3.000 persone e ai tirocini attraverso i quali, con risorse per 6 milioni di euro, hanno trovato un’occupazione altre 680 persone. Risorse utili non solo al lavoratore, ma anche alle aziende''.

'' questo il vero modo per abbattere il costo del lavoro per le imprese e per dare una opportunit vera e non solo qualche soldo in tasca ai lavoratori. Bisogna cambiare radicalmente gli ammortizzatori sociali - ha sottolineato l’assessore - che oggi sono solo una spesa passiva, in quanto paghiamo i lavoratori per non lavorare”.(segue)

(Red/Opr/Adnkronos)