Pil: Cia, agricoltura con +1,8% tira crescita nonostante costi e maltempo
Pil: Cia, agricoltura con +1,8% tira crescita nonostante costi e maltempo

Roma, 11 mar. - (Adnkronos) - ''L’agricoltura, nonostante le difficolt, gli alti costi e i pesanti effetti del maltempo, 'tira' la crescita del Pil che, nel IV trimestre del 2013, tornato a segnare un trend positivo dopo pi di due anni, grazie proprio all’apporto del settore primario, l’unico in controtendenza. Il valore aggiunto agricolo , infatti, aumentato in termini tendenziali dell’1,8% e dello 0,8% in termini congiunturali. Una conferma questa della vitalit delle imprese che, pur in presenza di numerosi ostacoli economici e di una burocrazia asfissiante, hanno continuato a 'marciare'''. Ad affermarlo in una nota e' la Cia-Confederazione italiana agricoltori a commento dei dati Istat.

Il segno positivo, rileva la Cia, ''non sgombra, tuttavia, il campo dai molti problemi che, purtroppo, condizionano l’agricoltura italiana. La situazione delle imprese resta difficile. Per questo motivo rinnoviamo le nostre sollecitazioni al governo a guardare con maggiore attenzione ai problemi degli agricoltori italiani. Un assunto ancora pi vero in vista di Expo 2015, che metter al centro della scena l’agroalimentare, nelle sue accezioni pi diverse (sicurezza, qualit e tradizione agricola, innovazione e biodiversit), diventando un ulteriore fattore di accelerazione economica per l’Italia e le sue imprese''.

Del resto, conclude la Cia, ''va sottolineato che, in una fase di crisi nera per i consumi alimentari (-3,1% nel 2013), l’intero sistema agroalimentare ha dimostrato di essere un serio un volano per la ripresa del Paese, trainando l’export 'made in Italy', con un +6% lo scorso anno, per un valore di oltre 34 miliardi di euro. In pi ha aperto nuovi sbocchi d’impresa soprattutto per i giovani''.

(Red/Zn/Adnkronos)