Professioni: ordini o caste? Continua a far discutere l'anomalia italiana (2)
Professioni: ordini o caste? Continua a far discutere l'anomalia italiana (2)

(Adnkronos/Labitalia) - "Non mi risulta che negli altri Paesi esista qualcosa come gli Ordini professionali o gli esami di Stato, residui del fascismo e del periodo borbonico", conclude Vecchio.

"E' vero -conferma a Labitalia James Bone, corrispondente dall'Italia del quotidiano inglese 'The Times- in Inghilterra non esiste alcun ordine professionale. Molti anni fa c'era il cosiddetto close-shop (il 'negozio chiuso' ndr') ossia solo i soci di quel sindacato di professionisti potevano tentare quella professione, ma poi stato abbandonato. Oggi ci sono regole pi strette per accedere a certe professioni come l'avvocato ma non c' l'esame di Stati, solo un'abilitazione, un permesso dello Stato a esercitare. Per altre categorie come farmacisti o architetti, non c' proprio niente: basta la qualifica e non c' un limite al numero di persone che possono accedere alla professione".

Gli Ordini italiani, per, dicono di essere garanti della qualit delle prestazioni del professionista. "Pu darsi -dice Bone- ma la qualit c' anche nei Paesi dove gli ordini non ci sono". (segue)

(Lab/Opr/Adnkronos)