Professioni: ordini o caste? Continua a far discutere l'anomalia italiana (3)
Professioni: ordini o caste? Continua a far discutere l'anomalia italiana (3)

(Adnkronos/Labitalia) - "I problemi non sono per chi dentro un Ordine, ma per chi ne fuori -sottolinea Bone- e questo sono soprattutto i giovani, che invece dovrebbero entrare per primi nel mercato del lavoro". "Questo fatto di appartenze a un ordine che pu creare una casta -dice il corrispondente del 'The Times'- una delle cose pi interessanti dell'Italia: un punto forte e un punto debole al tempo stesso, perch non crea mobilit sociale e si sposa con la cultura della Chiesa cattolica per cui ognuno ha un suo posto assegnato nel mondo e non si deve cercare di cambiarlo".

Per quanto riguarda l'influenza delle caste sulla vita parlamentare, Bone spiega: "Da noi c' una certa regolamentazione delle lobbies, meno che in America ma c'. E' naturale che qualche regola ci vuole, soprattutto per far sapere chi fa cosa e per chi, insomma per la trasparenza".

In conclusione, dice Bone, "le caste sono responsabilit della troppa storia che ha vissuto l'Italia". "Anche il mio Paese ha una storia lunga, ma non cos lunga come quella dell'Italia. E poi l'Italia sono almeno 8-9 Paesi, mentre noi siamo 4 Paesi. (segue)

((Lab) /Opr/Adnkronos)