Cagliari: fanno 'spesa proletaria', denunciate madri disperate
Cagliari: fanno 'spesa proletaria', denunciate madri disperate
questore, e' reato ma disperazione non va strumentalizzata

Cagliari, 25 mar. - (Adnkronos) - Sono state denunciate per furto aggravato una decina di madri disperate, che ieri pomeriggio hanno fatto la "spesa proletaria" in due ipermercati di Cagliari, l'Auchan di Santa Gilla e Ld di via Simeto. "Non abbiamo di che far vivere i nostri figli", hanno detto alla polizia. "C' tutta la comprensione umana per situazioni disperate", ha detto il questore di Cagliari Filippo Dispenza, che stamani ha convocato i giornalisti dopo la riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza, ma "comunque compiere questo tipo di azioni un reato, e dalla disperazione si pu passare a denunce per reati pi gravi come ad esempio la rapina impropria". Basta infatti uno spintone, una tafferuglio e la "spesa proletaria" da furto si trasforma in reato ben pi grave.

"Esistono i canali istituzionali che vanno attivato per chiedere aiuto - ha detto il questore -, deputati ad assistere le famiglie e le persone in difficolt e vanno attivati". E aggiunge: "Bisogna evitare di farsi strumentalizzare da personaggi che in queste situazioni non c'entrano nulla. Qui non si tratta di persone che vanno al supermarket e prendono senza pagare la scatoletta di tonno o di parmigiano. C' ben altro". Quindi nasce il problema dell'imbeccata, scoperta dalla Digos, di "personaggi in cerca di scoop e di notoriet, che saranno individuati e perseguiti". L'ipotesi di reato istigazione a delinquere e favoreggiamento in azioni delittuose, come appunto il furto in un supermercato da parte di frange della galassia antagonista e anarchica.

Ai prossimi episodi dunque sar riservata 'tolleranza zero' da parte delle forze dell'ordine. Idee come quelle della "spesa proletaria", che nascono in ambienti estranei al mondo della disperazione, saranno perseguiti secondo la legge e sono probabilmente coordinati ma slegati fra loro. Ecco perch l'indagine della polizia indirizzata verso una regia unica che agisce servendosi di gruppi diversi.

(Coe/Zn/Adnkronos)