Farmaci: Lorenzin, su Lucentis-Avastin pronti chiedere rimborso danni
Farmaci: Lorenzin, su Lucentis-Avastin pronti chiedere rimborso danni
Il ministro, numerose richiese ad Aifa ma sempre stessa riposta

Roma, 25 mar. (Adnkronos Salute) - "Ho fatto numerose domande" sul caso Lucentis-Avastin in questi mesi, fin da dopo l'insediamento, "e ho chiesto anche parere al Consiglio superiore di sanit, che si riunito" e dovr dare la sua risposta. Se la tesi dell'Antitrust "sar confermata, ci costituiremo parte civile e chiederemo un rimborso del danno erariale subito: abbiamo chiesto parere all'avvocatura dello Stato per intervenire, subito dopo il parere dell'Antitrust". Lo ha detto il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, intervenendo a 'Mi manda Rai 3' e ricostruendo le tappe della vicenda che ha portato alla maxi-multa dell'Antitrust.

"A fronte delle nostre numerose richieste all'Agenzia del farmaco, noi abbiamo ottenuto sempre la solita risposta. E non lo dico in modo critico n accusatorio, ma loro hanno definito in modo netto il fatto che, secondo i riscontri che avevano, Lucentis era pi sicuro rispetto ad Avastin. Ora, poich sono una persona che vive nel mondo, ho chiesto: come possibile che abbiamo un farmaco usato da milioni di persone in Europa e invece in Italia no? La riposta - ha aggiunto il ministro - stata che da una parte noi abbiamo un regolamento molto rigido e ci siamo rifatti all'Ema", Agenzia europea del farmaco, "ma che c' anche un problema tecnico che riguarda lo spacchettamento dei farmaci: Avastin in un flacone chiuso e c' un problema di porzionamento del farmaco".

La maxi-multa dell'Antitrust da subito "mi ha colpito, come il fatto che in Italia ci fosse un'attivit forte dell'Antitrust, e mi sono preoccupata dell'ipotesi di un cartello, un rischio - ha concluso - che va combattuto".

(Mal-Frm/Col/Adnkronos)