Immigrati: Comellini (Pdm), perplessita' per uso armi in 'Mare Nostrum'
Immigrati: Comellini (Pdm), perplessita' per uso armi in 'Mare Nostrum'
Operazione nave Aliseo il 9 novembre scorso - Diffuso video che documenta l'episodio

Roma, 25 mar. (Adnkronos) - I nove colpi di mitragliatrice M5 sparati da nave Aliseo durante l'operazione nei confronti di un barcone con scafisti a bordo nel canale di Sicilia il 9 novembre scorso "destano qualche dubbio sull'operazione Mare Nostrum. Vogliamo quindi sapere se si tratta di un caso oppure se questa la procedura ordinaria". Lo afferma Marco Comellini, segretario del Partito per la tutela dei diritti di militari e forze di polizia, durante la conferenza stampa oggi alla Camera per denunciare "un modo di usare le armi che suscita qualche perplessit". Nel corso della conferenza stato mostrato un video che documenta le fasi dell'operazione, con i colpi sparati da nave Aliseo e il successivo affondamento del barcone.

"Gli italiani devono poter giudicare una operazione che viene definita umanitaria - prosegue Comellini - i vertici della Marima Militare dovranno spiegare e fare chiarezza sulla vicenda, altrimenti rassegnino le dimissioni. I militari, se sparano, perch viene ordinato loro di farlo. Quindi vogliamo sapere quali regole sono previste nell'operazione Mare Nostrum e se sono state rispettate".

Le immagini sono state consegnate dal Pdm alla procura militare di Napoli che "acquisir ulteriori documenti, per la perizia necessaria, dalla procura civile di Catania che si occupata della vicenda dell'arresto degli scafisti''.

(Red/Zn/Adnkronos)