Lecco: sottrae 7 mln, arrestato presidente societa' riscossione tributi
Lecco: sottrae 7 mln, arrestato presidente societa' riscossione tributi
I soldi usati per comprare lingotti d'argento e due ranch per cavalli da rodeo

Milano, 25 mar. (Adnkronos) - Gli uomini della Guardia di finanza di Lecco hanno arrestato per peculato il presidente del consiglio di amministrazione di una societ di riscossione tributi che ha sottratto negli anni circa 7 milioni di euro destinati ad alcuni enti locali. L'uomo, D.S. di 65 anni, a partire dal 2008 avrebbe 'stornato' parte dei tributi derivanti dalle affissioni pubblicitarie destinandoli ai suoi conti correnti per l'acquisto di auto di lusso, viaggi, per ristrutturare appartamenti intestati a familiari ma anche per comprare lingotti d'argento e monete d'oro.

Il vero hobby dell'uomo, per, l'allevamento di cavalli da rodeo: un milione e mezzo di euro, secondo gli investigatori, stato destinato a due ranch di sua propriet (uno in Italia e l'altro negli Stati Uniti) proprio per l'allevamento di cavalli da destinare a questo sport. Sono stati sequestrati soldi, lingotti d’argento e monete d'oro per un valore di oltre 100mila euro.

L'operazione 'Riscossione fantasma', iniziata nel 2013, ha preso il via da una verifica fiscale intrapresa nei confronti di una societ pubblicitaria. Seguendo il flusso di denaro tra il committente la pubblicit, la concessionaria, la societ di affissione e la societ di riscossione tributi emersa una discordanza tra la documentazione bancaria e le scritture contabili della societ di riscossione. Dalle indagini emerso come il 65enne avrebbe aperto due conti corrente in altrettanti istituti di credito, intestandoli formalmente alla societ di riscossione ma 'dimenticando' di farli confluire nella contabilit ufficiale.

(Red/Col/Adnkronos)