Privacy: Garante fissa regole per partiti e movimenti politici (3)
Privacy: Garante fissa regole per partiti e movimenti politici (3)

(Adnkronos) - Confermate in massima parte le regole per la propaganda elettorale gi stabilite per precedenti consultazioni elettorali: utilizzabili liberamente le liste elettorali; serve il consenso per sms, e-mail, mms, telefonate preregistrate e fax; non possono essere mai utilizzati gli archivi dello stato civile, l’anagrafe dei residenti, le liste elettorali gi utilizzate nei seggi o in cui vi siano dati annotati dagli scrutatori. Nel caso in cui si avvalgano di societ che forniscono liste di nominativi o servizi di propaganda elettorale, i partiti hanno l’obbligo di verificare il corretto trattamento dei dati.

In un’ottica di semplificazione e contemperamento degli interessi, l’Autorit ha esonerato in via definitiva partiti, movimenti, comitati e singoli candidati, che fanno propaganda elettorale utilizzando fonti pubbliche (ad es. le liste elettorali), dall’obbligo di rendere l’informativa dal sessantesimo giorno precedente la data delle consultazioni politiche, amministrative, referendarie o delle primarie al sessantesimo giorno successivo. Nel materiale inviato dovr essere comunque indicato un recapito per l’esercizio dei diritti riconosciuti dal Codice privacy.

(Red/Zn/Adnkronos)