Notizie Flash: 3/a edizione - L'estero (7)
Notizie Flash: 3/a edizione - L'estero (7)

Tel Aviv. Riconosciuto oggi colpevole di corruzione, l'ex primo ministro israeliano Ehud Olmert rischia una lunga pena carceraria: fino a dieci anni secondo le leggi vigenti, o fino a sette se i giudici sceglieranno la legge in vigore all'epoca dei fatti contestati. Il tribunale si riunir nuovamente il 28 aprile per decidere la pena. "E' un giorno triste per il mio Paese", ha commentato il presidente israeliano Shimon Peres, in visita di Stato a Vienna. Olmert il primo capo di governo israeliano a venir condannato per corruzione. L'esponente politico stato riconosciuto colpevole di aver ricevuto mazzette fra il 1993 e il 2006, quando era sindaco di Gerusalemme e poi ministro dell'Industria e il Commercio. Al centro dello scandalo c' il progetto immobiliare Holyland, a Gerusalemme ovest. Secondo il tribunale di Tel Aviv, Olmert si fatto versare 500mila shekel (pari a 140mila dollari) dall'imprenditore Shmuel Dechner, morto l'anno scorso all'et di 75 anni. Il denaro era stato consegnato al fratello di Olmert, Yossi.Nel 2006 Olmert era diventato primo ministro e leader del partito centrista Kadima, dopo che il suo predecessore Ariel Sharon era stato colpito da una emorragia cerebrale. Ma nel 2009 era stato costretto a dimettersi a causa delle accuse di corruzione, favorendo la vittoria elettorale dell'attuale primo ministro, Benyamin Netanyahu. Nel luglio 2012, Olmert era stato assolto da altre accuse di corruzione ma condannato ad un anno con la condizionale per abuso di potere. (segue)

(Ses/Col/Adnkronos)