CA. GASTRICO: CISPLATINO EQUIVALENTE A 5-FU IN TRITERAPIA
CA. GASTRICO: CISPLATINO EQUIVALENTE A 5-FU IN TRITERAPIA

Parma, 1 feb. (Adnkronos Salute) - Il cisplatino e' equivalente al 5-fluorouracile nella chemioterapia del carcinoma gastrico che associa uno di questi farmaci alla doxorubicina e alla mitomicina, lo affermano i ricercatori del GOIRC (Gruppo di Ricerca di Oncologia Clinica Italiano) che hanno condotto due studi di fase II.

In uno studio randomizzato condotto su 102 pazienti affetti da adenocarcinoma gastrico in stadio avanzato e metastatico, il dott. Vincenzo De Lisi e i suoi colleghi del Centro Medico Oncologico dell'Ospedale Maggiore di Parma hanno paragonato l'efficacia del cisplatino (60 mg/m2) a quella del 5-FU (600 mg/m2) entrambi in associazione con la doxorubicina (30 mg/m2) e la mitomicina (10 mg/m2).

Gli oncologi hanno ottenuto una percentuale di risposta globale del 21% con l'8% di risposte complete nei 52 pazienti che erano trattati con la triterapia che comprendeva il cisplatino. La chemioterapia di riferimento con 5-FU ha dato risultati simili, la percentuale di risposta globale e' stata del 26% con il 2% di risposte complete su 50 pazienti trattati.

In termini di progressione, durata della risposta e tempi di sopravvivenza i due trattamenti sono equivalenti. I tempi di progressione, l'intervallo tra l'inizio del trattamento e i primi segni di progressione tumorale sono stati di 15 settimane con il cisplatino e di 17 settimane con il 5-FU. La durata della risposta e' stata di 26 settimane e la sopravvivenza di 29 settimane, il cisplatino ha mostrato una leggera superiorita' in confronto al 5-FU che ha permesso di mantenere la risposta per 27 settimane e la sopravvivenza di 23 settimane.

La tossicita' e' risultata equivalente nei due gruppi: leucopenia, trombocitopenia, anemia, nausea, vomito e diarrea. La triterapia con cisplatino e' quindi ugualmente efficace e puo' rimpiazzare il trattamento convenzionale, concludono gli autori che si rammaricano di non aver ottenuto una percentuale di risposta piu' elevata.

(Cancer, vol.77, n.2, pagg. 245-50)

(Red/Adnkronos Salute)