HIV: INTERLEUCHINA 6 NON HA INFLUENZA SU REPLICAZIONE
HIV: INTERLEUCHINA 6 NON HA INFLUENZA SU REPLICAZIONE

Parigi, 6 feb. (Adnkronos Salute) - L'interleuchina 6 non sembra implicata nella replicazione dell'HIV, ma il suo ruolo nei disturbi delle reazioni immunitarie e metaboliche deve essere ancora chiariti.

Questi i risultati dei lavori condotti dall'equipe di Anne Marfaing-Koka dell'Unita' INSERM 131 di Parigi, in collaborazione con medici di Salpetriere, insieme all'equipe di Antoine Beclere dell'Hotel Dieu di Nantes e del CNRS 1172 a Besancon.

Studi precedenti realizzati in vitro hanno suggerito che l'IL-6, la cui produzione e' aumentata dall'infezione da HIV, stimola la moltiplicazione virale e l'iperattivita' dei linfociti citotossici e delle cellule B.

Il ruolo dell'IL-6 non ha provocato nessuna modificazione a livello della carica virale, valutata attraverso la misurazione dell'antigenemia p24 e del tasso degli RNA dell'HIV.

I numeri di CD4+, CD8+, sIL-2R e sCD8 non sono piu' influenzati dall'anticorpo anti-IL6, suggerendo che questa interleuchina non gioca alcun ruolo nei meccanismi di replicazione dell'HIV.

Al contrario, riferiscono gli autori, i tassi di CRP e la concentrazione di fibrinogeno circolante si sono normalizzati, indicando cosi' una soppressione totale della fase acuta della reazione infiammatoria.

Nei pazienti che presentavano una bassa albuminemia spontanea, gli anticorpi anti-IL-6 hanno egualmente provocato un aumento dell'albumina sierica.

Si sono ugualmente abbassati i tassi sierici delle immunoglobuline IgG e IgA, suggerendo cosi' una riduzione delle risposte immuni alla mediazione umorale, anche se non si e' osservata nessuna variazione dell'iperproduzione delle IgM.

L'insieme di questi dati suggeriscono che l'IL-6, anche se non interviene sulla replicazione da HIV, sembra implicata nelle anomalie delle risposte immuni del malato.

(Journal of Acquired Immunodeficiency Syndromes & Human retrovirology, vol.11, n.1, pagg. 59-68)

(Stg/Adnkronos Salute)