AIDS: EFFICACIA NEUROLETTICI SU CASI DI DELIRIO
AIDS: EFFICACIA NEUROLETTICI SU CASI DI DELIRIO

New York, 8 feb. (Adnkronos Salute) - Sintomi di delirio presenti in pazienti ricoverati per AIDS conclamato possono essere trattati efficacemente con pochi effetti secondari con basse dosi di aloperidolo o di clorpromazina, secondo uno studio americano.

Tali sono le conclusioni cui e' giunta l'equipe del dott. William Breitbart di New York che ha condotto uno studio in doppio cieco su 244 pazienti affetti da AIDS e ricoverati, 30 dei quali hanno presentato sintomi di delirio.

Questi 30 pazienti sono stati divisi in 3 gruppi. Il primo e' stato trattato con aloperidolo (11), il secondo con clorpromazina (13) e il terzo con lorazepam (6).

Gli scores ottenuti sulla scala di valutazione del delirio mostrano che i pazienti dei due primi gruppi hanno presentato miglioramenti contrariamente a quelli del terzo gruppo.

Pochissimi effetti secondari extra-piramidali sono stati osservati con l'aloperidolo e la clorpromazina. Tutti i pazienti trattati con lorazapem, pero', hanno presentato effetti secondari )sedazione, disinibizione, atassia, confusione) ed e' stato necessario sospendere il trattamento.

(The American Journal of Psychiatry 1996, vol. 153, n. 2, pagg. 231-237)

(Red/Adnkronos Salute)