MALARIA: MEFLOCHINA- ROCHE PROTESTA CONTRO TRASMISSIONE BBC
MALARIA: MEFLOCHINA- ROCHE PROTESTA CONTRO TRASMISSIONE BBC

Londra, 8 feb. (Adnkronos Salute) - Il gruppo svizzero Roche ha inviato una lettera ufficiale di protesta alla direzione della BBC per una emissione televisiva giudicata ''piena di errori grossolani'' a proposito dell'antimalarico meflochina (vedi Adnkronos Salute n. 18 del 2 febbraio).

La trasmissione, andata in onda lunedi' sera, era imperniata su una serie di interviste a persone che si lamentavano per gli effetti secondari del farmaco. Inoltre - elemento che ha piu' infastidito il gruppo farmaceutico - si segnalava il caso di avvocati che stanno ''reclutando'' persone che lamentano presunti danni da parte della meflochina.

Per ora queste persone sono 70, ma Roche teme che la pubblicita' moltiplichi la conflittualita' giudiziaria. La pubblicita' negativa, inoltre, potrebbe indurre molte persone che si recano in paesi dove la malaria e' endemica a non proteggersi con il farmaco e correre dunque il rischio di morire per la malattia.

''L'impressione lasciata dalla trasmissione - ha detto Nic Holladay, direttore operativo di Roche UK - e' che la meflochina sia un farmaco pericoloso che conviene evitare, mentre si tratta di un farmaco essenziale in certe regioni del mondo per proteggersi dalla malaria.

Come molti altri farmaci anche la meflochina presenta eventualita' di effetti indesiderati. Cio' avviene nel 22% dei casi, ma generalmente si tratta di disturbi non seri quali nausea passeggera o altrettanto passeggero senso di vertigine. Gli effetti indesiderati gravi sono rari e i piu' significativi sono quelli neuropsichiatrici: paranoia e disturbi psichiatrici, ma si tratta - sostiene Roche - di un caso su 10.000.

(Red/Adnkronos Salute)