PREMATURI: PESO INFERIORE A 1,5 KG NON INFLUISCE SU Q.I
PREMATURI: PESO INFERIORE A 1,5 KG NON INFLUISCE SU Q.I

Honolulu, 8 feb. (Adnkronos Salute) - I prematuri di peso inferiore ad 1,5 kg, ma di grandezza proporzionale alla loro eta' gestazionale alla nascita, sembrano avere uno sviluppo intellettivo piu' rapido di quelli che nascono ancora piu' piccoli, poiche' le differenze si compensano rapidemente a 3 anni. Lo affermano pediatri newyorkesi in uno studio che sara' presentato sabato prossimo al Congresso di Ostetricia Perinatale, in corso alle Hawaii.

Questi pediatri dell'Universita' di Medicina del Bronx hanno esaminato dal 1978 al 1993 lo sviluppo intellettivo di 695 bambini prematuri che pesano meno di 1,5 kg alla nascita.

I bambini sono stati suddivisi in rapporto all'aumento della loto taglia, della loro nascita al 36/mo mese in 3 gruppi: crescita lenta (peso inferiore al 10%); media (peso tra il 10 e il 15%) e rapida (peso superiore al 25%).

I risultati dei test cognitivi effettuati a 6, 12, 24 e 36 mesi mostrano che i bambini con una crescita rapida - cioe' quelli il cui peso eccedeva il 25/mo percentile alla nascita - hanno uno sviluppo cognitivo piu' rapido di quelli piu' piccoli, a 6 mesi (p<0,01) e a 12 mesi (p=0,04). Ma questo vantaggio non si mantiene, poiche' oltre il 36/mo mese, il quoziente intellettivo appare identico a quello degli altri gruppi.

(Stg/Adnkronos Salute)