OSPEDALI LAZIO: INTERROGAZIONE ON. GUIDI SU SCORPORO
OSPEDALI LAZIO: INTERROGAZIONE ON. GUIDI SU SCORPORO

Roma, 9 feb. (Adnkronos Salute) - I recenti ''fenomeni di vero e proprio smembramento di importanti strutture ospedaliere della Regione Lazio operanti in sintonia tra l'assessorato alla Sanita' della regione e il ministro della Sanita''' sono oggetto di una interrogazione parlamentare rivolta dall'onorevole Antonio Guidi al presidente del Consiglio in carica, Lamberto Dini, e al presidente incaricato, Antonio Maccanico.

L'onorevole Guidi chiede nell'interrogazione ai suoi interlocutori ''se sono a conoscenza delle vicende relative allo scorporo dell'ospedale Spallanzani dell'Azienda Nicholas Green, con la conseguente prospettiva della costituzione di una ulteriore azienda con la prevedibile moltiplicazione dei costi e con conseguenti danni all'attuale struttura e alla sua delicata organizzazione''. Se sono consapevoli del fatto che ''e' legittimo ritenere che questa manovra si e' attuata con la finalita' di occultare responsabilita' nella costruzione e nel mancato collaudo definitivo dell'ospedale Spallanzani da parte degli organismi competenti''.

E ancora se sono a conoscenza che ''l'azienda Nicholas Green aveva progettato e presentato una pianta organica per l'assunzione di personale sufficiente all'apertura delle due ali dell'ospedale Spallanzani e che tale delibera approvata dalla regione e' stata bloccata dalla commissione di controllo per insufficienti indicazioni sul reperimento dei fondi'' Se sono a conoscenza che invece di avviare il problema a definitiva soluzione con il reperimento dei fondi necessari si e' optato per creare un istituto di ricerca scientifica quando sono presenti esperienze di analoghi istituti che, proprio per essere diventati tali, hanno penalizzato la loro originaria funzione assistenziale e terapeutica''.

In attesa di risposta dai presidenti interrogati, l'onorevole Guidi ritiene utile, ''data l'anomalia della situazione politica'' sottoporre il documento di interrogazione all'attenzione del Capo dello Stato''.

(Com/Adnkronos Salute)