CIRROSI EPATICA: UN DECALOGO PER PREVENIRLA
CIRROSI EPATICA: UN DECALOGO PER PREVENIRLA

Roma, 12 feb. (Adnkronos Salute) - Dieci regole per prevenire la cirrosi epatica. E' una delle varie iniziative messe a punto dalla lega Italiana per la Lotta contro le Malattie Virali nell'ambito delle ''Giornate Nazionali contro la Cirrosi Epatica'', la campagna di informazione e prevenzione sanitaria, presentata questa mattina a Roma (vedi Adnkronos Salute n. 20, 22, 27, 28 e 31).

Queste le misure da adottare, secondo il decalogo:

1) Analisi delle transaminasi

2) In presenza di valori elevati, fare un controllo mensile per 4-6 mesi.

3) In caso di persistenza di valori alterati procedere a verifica dei markers dell'epatite.

4) Fare attenzione ai parametri HBs, anti HDV, anti HCV

5) Se i primi due risultano positivi procedere alla verifica di HBV-DNA, HBe/anti-HBcIgM e anti-HDVIgM. Nel caso risulti positivo il terzo esame procedere ad un test di conferma.

6) Eseguire una ecografia e un test della coagulazione.

7) A questo punto e' d'obbligo rivolgersi ad un centro di epatologia virale per effettuare una biopsia epatica e sottoporsi a terapia antivirale.

8) In caso di infezione da virus B, far vaccinare tutti i familiari.

9) La vita comunque non cambia. Si puo' continuare a praticare qualsiasi attivita' sportiva, non agonistica, mantenendo i propri hobby, intrattenere normali rapporti professionali e soprattutto affettivi. Mantenere un'atteggiamento responsabile nel comportamento sessuale, con la elementare precauzione del profilattico.

10)Non e' prevista una particolare dieta alimentare, pochi i cibi esclusi, e' solamente richiesta moderazione. Unico tassativo divieto e' l'uso di alcool.

(Com/Adnkronos Salute)