SANITA' LAZIO: CARENZE 118 DENUNCIATE DAL POLO
SANITA' LAZIO: CARENZE 118 DENUNCIATE DAL POLO

Roma, 12 feb. (Adnkronos Salute) - Soltanto sette Centri mobili di Rianimazione invece dei 15 previsti; 95 per cento delle emergenze effettuate con ambulanze senza medico a bordo; 22 medici specializzati a fronte dei 98 previsti dalla legge: il bilancio di un anno di attivita' del 118 del Lazio e' tutt'altro che soddisfacente. Cosi' il Polo denuncia le carenze di un servizio essenziale nella Regione nato per tutelare al meglio la salute dei cittadini e cresciuto senza i mezzi per poter raggiungere lo scopo.

I dati sull'inefficienza del 118 nel Lazio saranno resi noti in una conferenza stampa domani alle ore 12,30 a Roma presso la sede del Consiglio Regionale di Piazza SS. Apostoli. Nel '95 gli interventi del nuovo servizio di emergenza sono aumentati del 17,5 per cento rispetto al '94; ma le leggi che disciplinano il 118 rimangono sostanzialmente disattese. L'incongruo utilizzo dei Centri mobili di rianimazione (impiegati per trasferimenti secondari) e' ancora piu' grave se si considera che ognuno costa ai cittadini ben 130 mila lire l'ora.

Il Polo presentera' un documento comune contenente una serie di proposte per il miglioramento del servizio: medicalizzazione dei mezzi di soccorso, formazione professionale, dirigenza e accreditamento.

(AdnK/Adnkronos Salute)