ANTICORPI MONOCLONALI: INTERROTTI DUE STUDI SUL 7E3 (REOPRO)
ANTICORPI MONOCLONALI: INTERROTTI DUE STUDI SUL 7E3 (REOPRO)

Dallas, 20 feb. (Adnkronos Salute) - Due studi di valutazione dell'anticorpo monoclonale 7E3 (ReoPro) di Centrocor sono stati interrotti per risultati parzialmente positivi. Lo riferisce la rivista Circulation nel suo ultimo numero, specificando che la sospensione dei due studi risale pero' a dicembre scorso.

Il primo, denominato EPILOG, avrebbe dovuto arruolare 4.880 pazienti ma e' stato interrotto dopo l'inclusione di 1500 pazienti, per valutare l'anti-GP IIb/IIIa, in associazione all'eparina a dose standard o bassa, nei pazienti che avevano subito un'angioplastica, ad alto o a basso rischio.

Interrotto ad una sola settimana dall'inizio, il secondo studio, denominato CAPTURE, esaminava anch'esso l'anticorpo nel caso di una angioplastica, ma piu' specificamente nei pazienti che soffrivano di angina instabile. Avrebbe dovuto coinvolgere 1.400 pazienti di 75 centri europei, israeliani e canadesi. L'analisi intermedia che ha portato all'interruzione dello studio, basato su una valutazione della mortalita', dell'infarto e delle rivascolarizzazioni a 30 giorni, e' stata realizzata su 1.040 pazienti.

Nei due studi, gli effetti secondari emorragici sono considerati bassi e non significativamente differenti da quelli ottenuti con il placebo.

Questo agente, sul quale la Eli Lilly possiede i diritti mondiali e lo commercializza negli Stati Uniti insieme alla Centocor, e' stato finora presentato per la registrazione in questi paesi unicamente nell'indicazione dell'angioplastica ad alto rischio, ed e' stata infatti presentata domanda alla FDA per estendere l'indicazione a tutti i tipi di angioplastica.

(Stg/Adnkronos Salute)