INDUSTRIA: ITALIA NON CONVENIENTE- CHIUDE CENTRO RICERCA BI
Standard Sfoglia
INDUSTRIA: ITALIA NON CONVENIENTE- CHIUDE CENTRO RICERCA BI

Milano, 1 ago. (Adnkronos Salute) - Boeringer Inghelheim ha annunciato in una nota la chiusura del suo centro milanese di Ricerca e Sviluppo, nell'ambito di un programma di ristrutturazione interna dell'azienda.

La decisione di chiudere questo centro, in cui sono state effettuate in passato tutte le ricerche fondamentali e pre-cliniche nel settore del sistema nervoso centrale, riguarda circa un centinaio di dipendenti. Il ritiro del gruppo tedesco dall'Italia, oltre che per motivi di ristrutturazione, ''ha un carattere anche prettamente economico - si legge nella nota - in quanto il prezzo dei farmaci in Italia e' sceso, tra il 1992 e il 1995, di circa il 20%, mentre l'inflazione e' salita del 19% con un forte deprezzamento della lira rispetto alla moneta tedesca''.

''Il mercato italiano - spiegano alla Boehriger Ingelheim - e' quindi diventato troppo debole per poter ammortizzare gli investimenti in R&D necessari ad alimentare il centro milanese''. Il gruppo ha invece annunciato il potenziamento del centro americano della Boehringer Ingelheim Pharmaceuticals, di Richefield, nel Connecticut, specializzato in immunologia e nel quale viene prodotta la nevirapina, il primo inibitore non-nucleosidico della trascriptasi inversa dell'HIV.

(Stg/Adnkronos Salute)