ARTROSI: IN ITALIA INCIDENZA MAGGIORE NELLE REGIONI CENTRALI
ARTROSI: IN ITALIA INCIDENZA MAGGIORE NELLE REGIONI CENTRALI

Roma, 22 ott. (Adnkronos Salute) - Nord e Sud d'Italia alla pari per i dolori reumatici. Tutti e due intorno al 19% di incidenza di artrosi e artrite, vengono superati dal 20% delle Isole e dal 23% del Centro. Questi gli ultimi dati Istat presentati oggi a Roma nella tavola rotonda ''L'artrosi nella societa' moderna. Aspetti medici e socio-economici'' organizzata dall'Aila, associone per la lotta all'artrosi e le patologie osteo-articolari.

''Soffrono di artrosi/artrite circa 12 milioni di persone- ha spiegato l'ortopedico Francesco Bove, specialista in protesi d'anca e di ginocchio - sul totale della popolazione l'artrosi colpisce il 24% delle donne e il 16% degli uomini. Nella fascia di eta' compresa tra i 60 e i 64 anni, l'incidenza e' del 39% per il sesso maschile e del 52,3% per quello femminile. Primato quest'ultimo che viene mantenuto anche nella fascia tra i 65 e i 74 anni (60% femmine, 45,6% maschi) e dai 75 in su (68,8% femmine, 55,4% maschi)''.

''Le zone piu' colpite dall'artrosi - ha ricordato il professor Lelio Zorzin, reumatologo dell'Universita' La Sapienza - sono la colonna vertebrale e, decrescendo, ginocchia, anche, mani e piedi. Si tratta di una malattia a carattere degenerativo con componente infiammatoria ed anche immunitaria''.

Secondo i dati diffusi dall'Aila inoltre, l'artrosi colpisce soprattutto le casalinghe (32,3%) ed il 13,6% dei lavoratori: di questi in maniera piu' elevata gli operai con il 14% e i lavoratori in proprio e coadiuvanti (artigiani e autonomi che svolgono lavori cosiddetti pesanti, 18%). Interessa oltre il 51% dei ritirati dal lavoro.

''I costi sociali dell'artrosi sono elevati - ha aggiunto il professor Wolfram Thomas, specialista in protesi d'anca e di ginocchio - in Italia si prescrivono 65 milioni di farmaci antinfiammatori non steroidei ogni anno; l'Inps ha evidenziato nelle cause d'invalidita' una percentuale del 28,4% attribuibile alle malattie reumatiche, al secondo posto dopo le malattie del sistema circolatorio (30%); nel 1993 gli istituti di cura pubblici e privati hanno dimesso 120 mila pazienti affetti da malattie del sistema osteo-muscolare. La localizzazione che piu' frequentemente determina un'invalidita' e' l'artrosi dell'anca, per la quale si eseguono ogni anno 30 mila interventi di artroprotesi''.

(Ria/Adnkronos Salute)