CA.PROSTATA: CRIOCHIRURGIA EFFICACE CON CONTROLLO TEMPERATURA
CA.PROSTATA: CRIOCHIRURGIA EFFICACE CON CONTROLLO TEMPERATURA

Washington, 1 apr.(Adnkronos Salute) - Ricercatori americani hanno mostrato l'efficacia di un processo piu' sofisticato di criochirurgia nel trattamento del carcinoma della prostata.

La criochirurgia, introdotta all'inizio degli anni '60 era stata ''protagonista'' di un eccessivo numero di effetti secondari, ma da allora sono stati fatti molti progressi, in particolare con una guida ad ultrasuoni del processo di raffreddamento.

Medici californiani hanno valutato questa tecnica aggiungendo un controllo della temperatura di raffreddamento, su un gruppo di 83 pazienti per i quali una biopsia aveva evidenziato un carcinoma della prostata. Il tasso globale di risposta e' stato del 94% (62/77), misurando i tassi di antigene specifico della prostata (PSA).

E' stata praticata un'ablazione della ghiandola prostatica su 71 pazienti con controllo della temperatura e su 12 pazienti solo con la guida ad ultrasuoni. Il tasso di successo e' stato del 90% nel primo gruppo e solo del 20% nel secondo.

Un altro intervento, questa volta con controllo della temperatura e' stata praticata nei 12 pazienti del secondo gruppo e il tasso di riuscita e' stato del 91% (11 su 12). Dopo l'operazione, la maggior parte delle pazienti ha potuto riprendere la propria normale attivita' dopo 3 o 4 settimane.

(Cancer, vol.79, n.5, pp.963-974)

(Fei/Adnkronos Salute)