GINECOLOGIA: A ROMA CONGRESSO MONDIALE ENDOSCOPIA
GINECOLOGIA: A ROMA CONGRESSO MONDIALE ENDOSCOPIA

Roma, 1 apr. (Adnkronos Salute) - Duemila ginecologi provenienti da piu' di 50 paesi del mondo si daranno appuntamento, dal 18 al 22 giugno, a Roma, per il Congresso Mondiale di Endoscopia Ginecologica, tecnica mininvasiva e alternativa alla chirurgia.

Il 'gotha' dei ginecologi mondiali affrontera', nell'incontro romano, le tematiche relative all'endoscopia dal punto di vista della ricerca ma anche della completa fruibilita' da parte delle donne di questa tecnica orami considerata unanimemente una soluzione sicura ed avanzata per le patologie ginecologiche. ''Dai primi tentativi sperimentali degli anni '80 -commenta il professor Carlo Romanini, ordinario di Ostetricia e Ginecologia all'Universita' di Roma Tor Vergata, presidente del Congresso e membro del comitato nazionale di Bioetica-, abbiamo fatto grandi progressi e affrontiamo con successo molte patologie ginecologiche''.

''Cisti ovariche, fibromi, patologie tubariche possono essere risolte con interventi endoscopici che garantiscono -spiega il dottor Errico Zupi, segretario scientifico del meeting romano- minor dolore postoperatorio, pronta ripresa delle attivita' motorie, degenza piu' breve e minore spesa, oltre ad un minor danno estetico''.

(Com/Adnkronos Salute)