COLESTASI: UDCA EFFICACE IN QUELLA FAMILIARE PROGRESSIVA
COLESTASI: UDCA EFFICACE IN QUELLA FAMILIARE PROGRESSIVA

Parigi, 3 apr.(Adnkronos Salute) - Uno studio franco-belga ha mostrato buoni risultati per quanto riguarda l'impiego dell'acido ursodesossicolico nel trattamento primario dei bambini colpiti da colestasi intraepatica familiare progressiva.

I 39 pazienti seguiti in questo studio hanno ricevuto quotidianamente un trattamento, per via orale, a base di 20 e di 30 mg/kg di questa sostanza, dalla nascita per 2-4 anni. I bambini sono stati divisi in due gruppi a seconda dell'attivita' gamma-glutamil transferasi (GGT). Nei 26 pazienti che presentavano una attivita' GGT normale, 11 hanno beneficiato di una normalizzazione dei loro test epatici, un miglioramento e' stato notato in 5 casi mentre per altri 10 di essi c'e' stata una stabilizzazione o un deterioramento del loro stato.

Tali risultati nei 13 bambini con una attivita' GGT elevata sono rispettivamente di 6, 4 e 3. La normalizzazione dei test epatici e' associata ad un aumento degli acidi biliardi in circolazione oltre che ad una scomparsa o ad una riduzione dell'epatosplnomegalia e del prurito.

Quando il trattamento e' stato interrotto dopo la normalizzazione, 9 su 17 bambini hanno di nuovo avuto un peggioramento del loro stato di salute. I test epatici si sono di nuovo normalizzati con la ripresa del trattamento.

L'istologia praticata in 4 bambini che avevano beneficiato di una normalizzazione dei loro test epatici dopo due anni di trattamento ha mostrato una riduzione della fibrosi.

(Histology, vol.25, 1997, pp.519-523)

(Fei/Adnkronos Salute)