TERME: RUBBI- IN QUELLE ITALIANE 1 MLN 500 MILA PERSONE
TERME: RUBBI- IN QUELLE ITALIANE 1 MLN 500 MILA PERSONE

(vedi Adnkronos Salute n. 25 e n. 21 del 24 marzo)

Ischia, 17 apr. (Adnkronos Salute) - Un milione e 500 mila persone ogni anno scelgono di curarsi negli oltre 300 stabilimenti termali italiani, dislocati in 170 diverse localita' della penisola. ''Numeri'' in costante ascesa, dopo la crisi vissuta dal settore negli anni '90-'95, oggi protagonista di un rilancio in termini di aumento delle ''prestazioni'' (+3,5% nel '96 rispetto all'anno precedente) e di presenze nelle localita' termali.

A illustrare le cifre del turismo termale nostrano e' stato Antonio Rubbi, Presidente della Federterme, cui aderiscono il maggior numero degli stabilimenti pubblici e privati italiani, a margine della X edizione di ''Thermalia Italia '97'', workshop del turismo termale, apertasi oggi ad Ischia.

''Alla rinascita del settore -spiega alla Adnkronos Salute Rubbi- si affianca una ulteriore nota positiva: sta cambiando l'identikit dei frequentatori delle terme, non piu' solo anziani e malati, ma anche giovani fino ai 30 anni e adolescenti fino ai 15-18 anni, oltre alle sempre piu' frequenti presenze straniere. Le patologie piu' curate con il termalismo rimangono quelle dell'apparato respiratorio, bronco-polmonare e quelle otorinolaringoiatriche, seguite dalle malattie reumatiche. Ma -aggiunge- nel nostro Paese continuano a fiorire e a riscuotere successo i cosiddetti 'beauty center', i centri della salute e del benessere che abbinano alla tradizionale formula del soggiorno terapeutico quella per i trattamenti del benessere e della cura del corpo. Un esempio per tutti -conclude- e' quello dell'Emilia Romagna, dove questo tipo di trattamento ha conosciuto un aumento, in quest'ultimo anno, dall'1,7% al 2,5% degli arrivi complessivi''.

(Fei/Adnkronos Salute)