VAIOLO: EPIDEMIA IN ZAIRE DA UN VIRUS DELLE SCIMMIE
VAIOLO: EPIDEMIA IN ZAIRE DA UN VIRUS DELLE SCIMMIE

Ginevra, 17 apr. (Adnkronos Salute) - Una epidemia di vaiolo di piccola entita', causata dal virus del vaiolo della scimmia, e' stata osservata, tra il 1996 e l'inizio del '97, in una regione dello Zaire. A dare la notizia e' l'OMS, nel suo bollettino epidemiologico settimanale.

Questa epidemia, che ha contaminato 92 persone, mette in forse l'effettiva eliminazione del vaiolo, visto che i virus degli animali della stessa famiglia riescono ad adattarsi all'uomo. I dati che risultano dall'analisi dell'epidemia dimostrano che il virus puo' trasmettersi da uomo a uomo, in quanto il 73% dei casi erano casi secondari, ossia provenienti da persone che erano state a contatto con i malati.

Dal febbraio all'agosto 1996 sono stati osservati 71 casi in 13 villaggi della regione Katako-Kombe. Da un secondo studio, del febbraio 1997, emerge che il numero dei casi e' salito a 92, di cui tre mortali, e che alcuni riguardano bambini al di sotto di tre anni. Le analisi di laboratorio molecolari effettuate dal CDC di Atlanta, negli Stati Uniti, dimostrano che il virus isolato nell'uomo ''non ha variazioni genetiche minori rispetto all'orthopoxvirus delle scimmie, raccolto in Zaire dal 1970 al 1979''.

Alcuni scoiattoli sono stati sospettati di essere la riserva del virus. Prelievi sugli animali sono stati fatti e sono in corso di analisi. Un solo animale presentava lesioni cutanee.

(Nsc/Adnkronos Salute)